Associazione Internazionale IDROGEOLOGI
Sezione italiana

Risorse

1° Workshop “Uso delle risorse idriche sotterranee in periodi siccitosi. Esperienze dalla Toscana al resto del mondo

II 10 dicembre 2018, in occasione della Giornata dei Diritti umani, si è tenuto a Firenze, nella monumentale Sala dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, il 1° Workshop dal titolo “Uso delle risorse idriche sotterranee in periodi siccitosi. Esperienze dalla Toscana al resto del mondo”. Il workshop, organizzato da IAH-Italy e Aquifera onlus, è stato patrocinato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze, dalla Società Geologica Italiana, dal Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG) e dal’IAH-Burdon Groundwater Network for International Development.

L’obiettivo dell’evento è stato quello di costituire una “Piattaforma internazionale per una corretta gestione delle risorse idriche sotterranee”. A tale scopo sono intervenuti esperti che operano a vario titolo sulle tematiche delle risorse idriche sotterranee e che auspicano il trasferimento delle esperienze toscane e italiane verso i paesi in via di sviluppo, dove gli effetti della siccità e dei cambiamenti climatici sono ancora più marcati e l’accesso all’acqua potabile rappresenta la sfida quotidiana per molte popolazioni.

Il programma della mattinata è stato ricco di interventi da parte di accademici, professionisti e portatori d’interesse. A seguito degli interventi della Consigliera Regionale Elisabetta Meucci, della presidente di IAH-Italy, Daniela Ducci, del fondatore di Aquifera Onlus, Giancarlo Ceccanti, e di una rappresentante del CNG, Alessandra Biserna, si è svolta una sessione tecnico-scientifica sul tema della water governance. Durante la sessione sono intervenuti: Marco Petitta (Vice Presidente della IAH per l’Europa occidentale e Centrale), John Chilton (ex IAH Executive Manager del Regno Unito), Viviana Re (Co-Chair dell’IAH Burdon Groundwater Network), Stefania Da Pelo (Università degli Studi di Cagliari), Alberto Salza (antropologo libero professionista) e Rudy Rossetto (Scuola Superiore Sant’Anna). Gli speaker hanno presentato vari esempi ed esperienze dall’Italia e dal resto del mondo sui temi del sovrasfruttamento, dell’inquinamento, dell’esplorazione, dello sviluppo e della gestione delle risorse idriche sotterranee.

Durante il pomeriggio si è tenuta una tavola rotonda che ha visto la partecipazione, oltre agli speaker della sessione mattutina, di: Giuseppe Sappa (Università La Sapienza), Gaddo Mannori (Ordine dei Geologi della Toscana), Isabella Bonamini (Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale), Andrea Cappelli (Autorità Idrica della Toscana), Bernardo Gozzini (Consorzio LaMMA). Alla fine di un interessante e approfondito dibattito, che ha visto interventi anche dalla platea, Sergio Rusi (segretario di IAH-Italy) ha dato lettura del documento istitutivo della “Piattaforma internazionale per una corretta gestione delle risorse idriche sotterranee”.

La partecipazione è stata numerosa ed attenta e, oltre a professionisti e ricercatori, hanno aderito anche privati cittadini e i ragazzi del liceo scientifico Leonardo da Vinci di Firenze, dell’ITC Niccolini di Volterra e dell’ITIS Santucci di Pomarance.

Risorse allegate

Slideshow